top of page

Nel caso in cui il webinar sia già cominciato, sarà possibile acquistare unicamente le registrazioni dello stesso.
 
Per tutti i corsi in presenza, siete pregati di visitare il sito http://www.psicosoma.eu/ .

Per chi volesse, è possibile pagare anche tramite bonifico bancario, intestando la somma a "Psicosoma S.r.l."
IBAN IT68Z0306909616100000004491

CONCLUSO

I CONFINI TRA DIFFERENZA E LEGITTIMAZIONE DEI PROPRI DIRITTI

by Maria Puliatti

Date:

Martedì 27 Febbraio - Orario 16:00 - 18:00
Martedì 12 Marzo
 - Orario 16:00 - 18:00
Martedì 26 Marzo
 - Orario 16:00 - 18:00

DESCRIZONE:

I confini sono le linee interne ed esterne che disegniamo per proteggere noi stessi e gli altri. Ci aiutano a capire chi siamo, chi non siamo, e con chi vogliamo condividere le informazioni. I confini compaiono in una varietà di posti nella psiche di un individuo e nel suo corpo: tolleranze sensoriali, preferenze riguardanti la vicinanza fisica, livelli di stimolazione, grado di attività ecc. I confini monitorano e regolano il grado di spazio personale all'interno delle relazioni. I confini sani sono flessibili a livello situazionale. I confini che sono troppo rigidi impediscono la crescita e lo scambio con fonti di energia all'esterno del confine, mentre i confini che sono troppo permeabili falliscono nel proteggere la persona all'interno del confine. Perciò poniamo costantemente, spostiamo, negoziamo, rinegoziamo i nostri confini personali a seconda delle persone, riguardo alla vicinanza,
e alle informazioni personali. Nei pazienti cronicamente traumatizzati da eventi di natura interpersonale, i confini corporei appaiono frequentemente compromessi: ad esempio, possono essere troppo poco presenti, comportando quindi una percezione ridotta della minaccia 
interpersonale. La tematica dei confini è presente anche nell’ambito dell’attaccamento, dove il
paziente da bambino ha imparato a essere compiacente per non perdere la relazione primaria, è il prezzo che paga è difficoltà nella volontà e nell’autoaffermazioni. In entrambi i casi è importante lavorare con il paziente per favorire confini sani. Lavorando sulla definizione ed il consolidamento dei confini corporei, i confini prendono il posto delle difese e favoriscono la funzione di definire il senso del senso del sé, anche in ambito relazionale, sociale, lavorativo. Nel webinar vedremo una
parte teorica sui confini ed esercizi da proporre ai pazienti.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Introduzione

  • Funzione dei Confini

  • Cosa accade se non si hanno confini

  • Distorsioni cognitive comuni

  • Consapevolezza dei propri bisogni

  • 6 tipi di confini

  • Micro e Macro violazioni di confini

  • Test dei confini corporei

  • Confini e regolazione

  • Esercizi sui confini

149 Slides - 30 Esercizi - Webinar diretta online su zoom di 6 ore

*Prenotazione valida entro il 26/02

Se hai già frequentato un corso Psicosoma o se sei uno studente iscritto alle scuole di specializzazione, usa il coupon "CDLD2024"

CONCLUSO

IL MIGLIORAMENTO DELLA PERFORMANCE NELLO SPORT
E SUL POSTO DI LAVORO: EMDR E INTERVENTI SOMATICI

by Roberto Benis

Data unica:

Venerdì 24 Maggio - Orario 16:00 - 19:00

DESCRIZONE:

Gli eventi sportivi come quelli lavorativi, hanno un riflesso sul benessere psicologico dell’individuo e come tali vanno analizzati nella loro completezza. L’individuo che cerca la migliore performance nello sport come nella attività lavorativa, si può trovare a fronteggiare ostacoli nel raggiungere gli obiettivi prefissati, magari provocati da convinzioni disfunzionali, da ansia da prestazione o difficoltà relazionali; a causa di questo il soggetto può avvertire con malesseri fisici o difficoltà attenzione, di decisione o disagio nell’ambiante di lavoro. I problemi tipici legati al raggiungimento di una performance ottimale possono essere ad esempio, la paura del fallimento o del successo, il sovraccarico dato dallo stress così come problemi relazionali con i compagni o datore di lavoro ecc… La regolazioni delle emozioni è un aspetto fondamentale che in ambito di performances fa la differenza in positivo o in negativo sul risultato finale.

L’intervento per il miglioramento della performance nello sport e sul posto di lavoro , fa riferimento ai protocolli EMDR sulla performance, è stato sviluppato e adattato ponendo particolare enfasi sul corpo e sulle risorse somatiche oltre che cognitive del paziente. E’ un modello complesso che tiene insieme il piano emotivo, cognitivo e corporeo.

Questo protocollo è per atleti, musicisti, docenti, per chi deve aumentare la performance che hanno un tempo limitato per avere un miglioramento della prestazione. Persone che devono avere un dialogo interno positivo anche nelle situazioni più difficili.

Il protocollo è indicato per ridurre l’ansia da prestazione e/o eliminare convinzioni che minano alla base il senso di auto-efficacia personale. L’intervento può essere utilizzato per aiutare la persona sviluppare risorse interne aiutare la persona a concentrarsi sulle sensazioni positive e sviluppare un piano per un’azione futura efficace:

I punti cardine dell'intervento sono:

  • Stabilire l’ obiettivo di lavoro

  • Rafforzare qualità positive

  • Migliorare quelle esistenti

  • Ricerca dei punti di forza del paziente

Nel lavoro sul miglioramento della performance si fanno riferimento alle 8 fasi del protocollo EMDR con enfasi sull’intervento somatico, ai punti di forza, al linguaggio positivo e allo sviluppo delle risorse del soggetto.

Viene data importanza particolare alle cognizioni positive oltre che quelle negative per permettere al soggetto di comprendere il dialogo interiore.

Viene data particolare alla scelta del target di lavoro e allo sviluppo delle qualità positive dell’individuo facendo uso di tecniche di imagery, delle rappresentazioni e delle submodalità, degli esercizi respiratori e di controllo e consapevolezza corporea di pari passo con la stabilizzazione e il controllo degli stati emotivi e del vissuto corporeo.

In questo protocollo i fondamenti dell’intervento sono:

Sul Presente:

  • Rafforzamento delle risorse esistenti, già possedute

  • Miglioramento di eventuali problemi di performance attuali

Con enfasi sul futuro:

  • Acquisizione di ulteriori competenze per il raggiungimento di obiettivi futuri

  • Preparazione ad una performance futura ottimale

Questo modello è misurabile-quantificabile dalla persona e non esclusivamente dall’esperto. Oltre al protocollo base vengono poi fornite delle risorse aggiuntive per le pratiche di autoregolazione e di stabilizzazione del paziente, per la sua regolazione emotiva, esercizi per potenziare la performance e di controllo posturale in rapporti al vissuto emotivo.

*Prenotazione valida entro il 23/05

Se hai già frequentato un corso Psicosoma o se sei uno studente iscritto alle scuole di specializzazione, usa il codice "SPEMDR24"

bottom of page