Nel caso in cui il webinar sia già cominciato, sarà possibile acquistare unicamente le registrazioni dello stesso.
 
Per tutti i corsi in presenza, siete pregati di visitare il sito http://www.psicosoma.eu/ .

Per chi volesse, è possibile pagare anche tramite bonifico bancario, intestando la somma a "Psicosoma S.r.l."
IBAN IT68Z0306909616100000004491

CONCLUSO

by Maria Puliatti

Date: 

12, 19, 20, 26 Novembre 2020

10, 17 Dicembre 2020

Tutti i 6 appuntamenti saranno di Giovedì e avranno una durata di 2h l'uno.*

Orario: giovedì 16:30 - 18:30

*unica eccezione, venerdì 20/11

DESCRIZONE:

La capacità di ascoltare le proprie emozioni, di seguirle, di gestirle e di saperle utilizzare a nostro vantaggio per un adattamento migliore, è una capacità che il bambino apprende nel corso dello sviluppo all’interno delle relazioni significative con le figure di attaccamento. Quando questo non accade o perchè le figure di attaccamento eludono alcune emozioni privilegiandone altre, o perchè l’emozione che il bambino sperimenta è troppo dolorosa da tollerare, le emozioni primarie vengono trasformate in emozioni più adattive, anche se disfunzionali. Siamo abituati con i nostri pazienti a lavorare con le emozioni bloccate e disregolate, quali rabbia, tristezza, vergogna. Ma la costellazione emozionale che caratterizza la vita dei pazienti è molto più ampia e comprende emozioni e sentimenti più scomodi: odio verso di sé, risentimento, colpa, solitudine, apatia, intolleranza alle emozioni positive. In questi webinar si lavorerà sull’inquadramento di alcune emozioni definite scomode e che sono spesso protettive per il paziente.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Studiare la componente somatica dell’emozione

  • Significato e convinzioni dell’attaccamento relative all’emozione distinzione tra emozione primaria e secondaria

  • Lavorare per trasformare l’emozione secondaria in primaria

  • Sviluppo di nuove convinzioni e ancoraggio somatico dell'esperienza

*Prenotazione valida entro il 12/11

CONCLUSO

by Alessandra Ciolfi

Data unica: 

21 Novembre 2020

Orario: 10.00 - 17.00

DESCRIZONE:

Pensiamo al lavoro sulla stabilizzazione attraverso l’utilizzo delle risorse somatiche. Poi pensiamo a contesti quali ospedali, carceri, comunità, scuola e, ormai “gruppi online”. Come possiamo lavorare con le risorse somatiche in gruppo? Questo workshop vuole presentare l’importanza del lavoro sulla stabilizzazione in contesti collettivi attraverso l’utilizzo delle risorse somatiche. Sappiamo che le risorse somatiche comprendono la categoria delle competenze che derivano dall’esperienza fisica, ma influiscono sulla salute psicologica. Funzioni e capacità fisiche che sostengono l’autoregolazione e procurano una sensazione di benessere e di competenza a livello somatico e psicologico.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Spiegare i vantaggi della consapevolezza corporea

  • Lavorare con le risorse somatiche per la stabilizzazione: trovare azioni che diano buone sensazioni e risorse

  • Monitorare e controllare i livelli di arousal psicofisiologico (contenere l’arousal all’interno della finestra di tolleranza)

  • Mantenere e incrementare il livello di integrazione (espandendo la finestra di tolleranza)

  • Sviluppare il corpo come risorsa e sensazione somatica del sé

  • Distinguere l’esperienza sensomotoria dall’esperienza emotiva: sviluppare la capacità di “lasciare perdere il contenuto” per rivolgersi solo al corpo

  • Costruire risorse somatiche per l’auto-tranquillizzazione, lo svolgimento dei compiti della vita quotidiana, la gestione dei trigger, la modulazione dell’arousal

  • Allargare la Finestra di Tolleranza sviluppando risorse somatiche e strategie di autoregolazione e di regolazione interattiva

  • Regolare l’arousal disregolato

CONCLUSO

by Alessandra Ciolfi

Data unica: 

21 Novembre 2020

Orario: 10.00 - 17.00

DESCRIZONE:

Pensiamo al lavoro sulla stabilizzazione attraverso l’utilizzo delle risorse somatiche. Poi pensiamo a contesti quali ospedali, carceri, comunità, scuola e, ormai “gruppi online”. Come possiamo lavorare con le risorse somatiche in gruppo? Questo workshop vuole presentare l’importanza del lavoro sulla stabilizzazione in contesti collettivi attraverso l’utilizzo delle risorse somatiche. Sappiamo che le risorse somatiche comprendono la categoria delle competenze che derivano dall’esperienza fisica, ma influiscono sulla salute psicologica. Funzioni e capacità fisiche che sostengono l’autoregolazione e procurano una sensazione di benessere e di competenza a livello somatico e psicologico.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Spiegare i vantaggi della consapevolezza corporea

  • Lavorare con le risorse somatiche per la stabilizzazione: trovare azioni che diano buone sensazioni e risorse

  • Monitorare e controllare i livelli di arousal psicofisiologico (contenere l’arousal all’interno della finestra di tolleranza)

  • Mantenere e incrementare il livello di integrazione (espandendo la finestra di tolleranza)

  • Sviluppare il corpo come risorsa e sensazione somatica del sé

  • Distinguere l’esperienza sensomotoria dall’esperienza emotiva: sviluppare la capacità di “lasciare perdere il contenuto” per rivolgersi solo al corpo

  • Costruire risorse somatiche per l’auto-tranquillizzazione, lo svolgimento dei compiti della vita quotidiana, la gestione dei trigger, la modulazione dell’arousal

  • Allargare la Finestra di Tolleranza sviluppando risorse somatiche e strategie di autoregolazione e di regolazione interattiva

  • Regolare l’arousal disregolato

CONCLUSO

UTILIZZO DELLE RISORSE

SOMATICHE PER  LE PARTI

by Alessandra Ciolfi

Data unica: 

23 Gennaio 2021

Orario: 10.00 - 17.00

DESCRIZONE:

La dissociazione è un modo normale di adattarsi al trauma. La tendenza dell’emisfero sinistro è quella di rimanere orientato al compito anche sotto stress, traendo vantaggio da questa tendenza il lato sinistro disconnesso dalla personalità rimane concentrato sui compiti della vita quotidiana mentre l’emisfero destro promuove lo sviluppo di un sé implicito emisferico destro, che rimane in modalità di sopravvivenza: fuga, attacco, freeze, pianto d’attaccamento e sottomissione. Il sé a dominanza emisferica sinistra, orientato al presente, evita le parti a dominanza emisferica destra orientate alla sopravvivenza o le giudica come caratteristiche negative da modificare, mentre i sé impliciti emisferici destri delle parti sono ugualmente alienati da quella che percepiscono come un’altra metà “debole” o assente. La parte del sé in grado di funzionare va vanti, cercando disperatamente di essere “normale” – anche a costo di sentirsi alienata o invasa dai messaggi intrusivi delle altre parti.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Introduzione alla dissociazione strutturale

  • Introduzione all’IFS (Internal Family Systems): disegno sulle parti

  • Review: individuare le parti con le loro relative risorse di sopravvivenza

  • Creazione del piano di lavoro con la parti e relativo lavoro con le risorse: da dove partire? Quali risorse proporre?

  • Tecnica di lavoro di incorporazione delle risorse somatiche alle parti

  • Risorse di Sopravvivenza vs Risorse Creative

  • Imparare a utilizzare le risorse somatiche per le parti con il paziente e l’applicazione nel lavoro con il gruppo

Se hai già frequentato un corso Psicosoma o se sei uno studente iscritto alle scuole di specializzazione, usa il coupon "risorse40"

CONCLUSO

by Maria Puliatti

Date: 

21, 29 Gennaio 2021

4, 11, 18 Febbraio 2021

4, 11, 25 Marzo 2021

Tutti gli appuntamenti saranno di Giovedì (ad esclusione di Venerdì 29 Gennaio) e avranno una durata di 2h l'uno.

Orario: giovedì 16:30 - 18:30

DESCRIZONE:

Il costituirsi di una coppia è una sorta di relazione terapeutica naturale, il campo delle manifestazioni delle prime relazioni oggettuali irrisolte, la necessità per tutta la vita, di trovare un contenitore idoneo a quei nuclei non risolti in ognuno di noi. L’attaccamento nella coppia è fortemente influenzato dai modelli rappresentazionali dell’attaccamento di ciascun partner. Quando le esperienze di attaccamento dell’infanzia non sono elaborate, possono essere riattivate involontariamente dal partner favorendo un conflitto nella coppia, che in realtà si gioca nel passato di entrambi i partners (triangoli relazionali). Ma quando due partner si incontrano sono i loro corpi che si parlano, che entrano in conflitto, si feriscono, si confermano. Il loro corpo racconta una storia, fatta di esperienze che nel tempo sono diventate tendenze procedurali, posture.

L’approccio somatico nella terapia di coppia, si colloca all’interno di questo scenario: nella comunicazione fallimentare, nella presenza di emozioni dis-regolate che alterano la realtà, nell’attivazione dei trigger del passato, nella mancanza del sistema di cooperazione e gioco, nell’attivazione di sistemi difensivi reciproci. L’ascolto dato alla percezione corporea nel momento presente dei trigger del passato, l’autoregolazione delle proprie emozioni e quindi la capacità di stare in relazione con l’altro senza essere iper o ipo attivati, potranno maggiormente permettere di raggiungere un attaccamento sicuro. Passando da un rapporto di tipo triangolare in cui ogni partner porterà con sé il fantasma delle proprie rappresentazioni genitoriali ad una relazione autenticamente diadica; trasformando i pattern precoci di attaccamento disturbato e recuperando la percezione positiva interna di sé, che nell’incontro con l’altro, favoriranno la condizione necessaria e sufficiente per la creazione di intimità affettiva e sessuale.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Insegnare ai partner la consapevolezza somatica per riconoscere i marcatori fisiologici della propria attivazione e regolarla

  • Identificare i Triggers Relazionali per passare dalla “Modalità Reattiva” vs “Modalità Relazionale Regolata 

  • Esplorare e individuare gli stili di attaccamento e le tendenze caratteriali e come interagiscono nella coppia, i trigger relazionali e i bisogni mancanti

  • Riconoscere e Modificare gli schemi di “addestramento negativi” nella coppia

  • Identificare nuovi modi per esprimere i bisogni

  • Verificare la presenza di spazi di sicurezza all’interno della coppia o, se necessario, crearne di nuovi

Acquista le registrazioni e il materiale

*Prenotazione valida entro il 20/01

Se hai già frequentato un corso Psicosoma o se sei uno studente iscritto alle scuole di specializzazione,

usa il coupon "Coppia2021Parte1" per scaricare la prima parte, e il coupon "Coppia2021Parte2" per scaricare la seconda.

CONCLUSO

GUARIRE LA VERGOGNA SESSUALE

PRATICHE SOMATICHE PER TORNARE ALL'INTEREZZA

by Ariel Giarretto &
Kekuni Minton

Date: 

5 Febbraio 2021

12 Febbraio 2021

Entrambi gli appuntamenti saranno di Venerdì e avranno una durata di 3h l'uno.

Orario: Venerdì 17.00 - 20.00

DESCRIZONE:

Questo webinar sarà una breve introduzione al famoso lavoro di Ariel Giarretto: “Full Embodiment” e il lavoro di Kekuni Minton: “Guarire il Trauma Sessuale”. Aiuterà i partecipanti a identificare gli imprinting dell’età dello sviluppo che formano la nostra relazione col nostro corpo, genere, sessualità, e desideri. Vogliamo imparare a riconoscere e attivare la riparazione di ciò che interrompe la nostra relazione chiara e libera da stress con noi stessi come esseri pienamente radicati nel corpo e sensuali/sessuali.

Integrando le ricerche con numerose pratiche esperienziali, questo programma offre strategie utili per terapeuti che lavorano con la sessualità e il trauma, ma sono anche studiati per l’auto-esplorazione, la guarigione degli abusi sessuali, e per chiunque desideri imparare di più sulla sessualità dalla prospettiva somatica/sociale/culturale, psicologica o fisiologica.

CONCLUSO

I 6 MOVIMENTI DELL’ATTACCAMENTO:
LE RISORSE SOMATICHE RELAZIONALI

by Alessandra Ciolfi

Data unica: 

28 Marzo 2021

Orario: 10.00 - 17.00

DESCRIZONE:

Ci sono due tipi di autoregolazione, una è la regolazione autonoma, la capacità di autoregolarsi senza l’aiuto degli altri. E’ la capacità di calmarsi quando l’arousal sale fino ai limiti più alti della finestra di tolleranza, nonché di stimolarsi quando l’arousal scende fino ai limiti inferiori. L’altra è la regolazione interattiva che si riferisce alla capacità di utilizzare le relazioni per attenuare gli sconfinamenti della finestra di tolleranza e per stimolarsi o calmarsi.

Le risorse somatiche interattive corrispondono ai 6 movimenti dell’attaccamento e sono: cedere, protendersi, afferrare, tirare, spinger via e lasciare
Questo webinar presenta le risorse somatiche relazionali attraverso un laboratorio esperienziale per imparare ad applicarle attraverso le tecnica di incorporazione, aiutando il cliente a comprendere la difficoltà relazionale guardandola attraverso la lente delle abitudini fisiche di ricerca di vicinanza.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Le risorse somatiche relazionali: i 6 movimenti dell’attaccamento

  • La regolazione interattiva

  • Esplorare: cedere, protendersi, afferrare, tirare, spinger via e lasciare andare

  • Tecniche di incorporazione delle risorse relazionali

  • Imparare a utilizzare le risorse somatiche relazionali con il paziente e l’applicazione nel lavoro con il gruppo

*Prenotazione valida entro il 27/03

Se hai già frequentato un corso Psicosoma o se sei uno studente iscritto alle scuole di specializzazione, usa il codice "MarCiolfi"

CONCLUSO

by Maria Puliatti

Date: 

 12, 19 Aprile 2021

3, 10, 24, 31 Maggio 2021

7, 14 Giugno 2021

Tutti gli appuntamenti si terranno di Lunedì e avranno una durata di 2h l'uno.

Orario: lunedì 9:30 - 11:30

DESCRIZONE:

Le famiglie e i bambini che arrivano alla nostra attenzione clinica non sempre necessitano di un percorso psicoterapeutico, o non è sempre possibile farlo. Il Parent Training nasce per offrire un’opportunità a volte alternativa alla psicoterapia, o come intervento preventivo precoce, o anche come la costruzione di un contenitore che prepara alla psicoterapia. 

 

Il Parent Training proposto lavora inizialmente con i genitori e poi congiuntamente con il bambino. Dopo una valutazione del problema del bambino, ansia, problemi comportamentali, difficoltà legate al processo adottivo, si inquadra la difficoltà dei genitori, e si lavora per promuovere e sostenere le competenze genitoriali. Il modello proposto è di tipo bottom up, in cui la chiave di accesso è il corpo dei genitori prima e del bambino dopo. La regolazione psicofisiologica delle emozioni, le risorse individuali, i confini, sia dei genitori come persone, come genitori e nel bambino, sono i temi centrali che saranno trattati in questo webinar.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Valutazione del livello di stress genitoriale e delle difficoltà nella genitorialità

  • Dall’attaccamento dei genitori all’attaccamento per i figli, come le tendenze caratteriali dei genitori influenzano lo sviluppo del bambino 

  • Psicoeducazione: bisogni dei bambini, un modo diverso di leggere i capricci, riconoscere i segnali da stress

  • Osservazione della relazione genitori-bambino nella dimensione del gioco come strumento per la valutazione delle difficoltà e come rinforzo positivo

  • Costruire la regolazione psicofisiologica nei genitori e nel bambino (attraverso i giochi di regolazione e mindfulness parenting)

  • Promuovere le risorse genitoriali

  • Lavorare sulla gestione delle emozioni e costruzione dei confini

  • Lavorare per favorire una comunicazione legittimata e validante

  • Interventi nella gestione delle difficoltà del bambino e come utilizzare il rinforzo positivo

*Prenotazione valida entro il 11/04

Se hai già frequentato un corso Psicosoma o se sei uno studente iscritto alle scuole di specializzazione,

usa il coupon "Parent21Parte1" per scarica la prima parte e il coupon "Parent21Parte2" per scaricare la seconda parte.

CONCLUSO

L’APPROCCIO CORPOREO INTEGRATO
NEL DOLORE CRONICO

by Maria Puliatti

Date:

8, 15, 22, 29 Aprile 2021

6, 12 Maggio 2021

Tutti i 6 appuntamenti saranno di Giovedì e avranno una durata di 2h l'uno.*

Orario: giovedì 16:00 - 18:00

*unica eccezione, L'appuntamento del 12/05 si terrà di Mercoledì dalle 15:00 alle 17:00

DESCRIZONE:

Il dolore è un’esperienza psicofisiologica complessa e sappiamo come la scarsa tolleranza allo stress, l’ansia anticipatoria e la
presenza di eventi traumatici pregressi, possano essere fattori predisponenti e di mantenimento della sintomatologia. Il Sistema
Nervoso Autonomo (SNA) ha un ruolo fondamentale in questo complesso meccanismo. Il Sistema Nervoso Simpatico (SNS) aiuta
il corpo a prepararsi alla minaccia e il Sistema Nervoso Parasimpatico (SNP), aiuta a scaricare la tensione dell’attivazione quando
la minaccia è cessata; si tratta di un processo che di solito avviene naturalmente in un continuo ciclo di carica-scarica della tensione.
Quando questo processo naturale di tensione/scarica non avviene, il Sistema Nervoso rimane bloccato sull’attivazione del Sistema
Simpatico, mantenendo la persona in continuo stato di allarme e di tensione muscolare predisponendo e/o mantenendo il dolore.
Sappiamo anche come l’attaccamento abbia un ruolo nei meccanismi di regolazione indeboliti e come emozioni e convinzioni
non solo interferiscono nel normale processamento delle informazioni ma contribuiscono al mantenimento del dolore. Il sintomo,
infatti è un modo per comunicare un disagio, parole non dette, bisogni non espressi.


Interventi di autoregolazione psicofisiologica attraverso le risorse somatiche, mindfulness, regolazione delle emozioni, visualizzazioni,
lavoro sull’attaccamento e sulle emozioni e convinzioni legate, possono contribuire a ridurre la percezione del dolore, alla
stabilizzazione del paziente, diminuendo la tensione muscolare che favoriscono il dolore. Interventi che possono essere integrati
nella propria pratica clinica con questa tipologia di pazienti. Il workshop ha un taglio principalmente esperenziale.


Gli iscritti avranno diritto ad uno sconto del 20% sul libro «La gestione psicofisiologica del dolore cronico. Regolare il sistema
nervoso con la «mindfulness e le risorse somatiche». Alpes, 2019

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Psicofisiologia del dolore

  • Il ruolo del trauma

  • Il ruolo dell’attaccamento

  • Caratteristiche psicofisologiche di alcune tipologie di dolore, come ad esempio: cefalea, dolore lombare, fibromialgia,
    dolore pelvico

  • Il ruolo dell’approccio corporeo

  • Pianificazione dell’intervento

  • Tecniche di autoregolazione

  • Mindfulness

  • Riconoscimento e Regolazione delle emozioni con particolare riferimento alla rabbia, la vergogna, il senso di colpa e la
    difficoltà con le emozioni positive

  • Visualizzazioni

*Prenotazione valida entro il 7/04

Se hai già frequentato un corso Psicosoma o se sei uno studente iscritto alle scuole di specializzazione, usa il codice "DoloreCronico21"

CONCLUSO

by Simona Rinaldi

Date: 

 10, 17, 24, 1 Novembre-Dicembre 2021

Tutti gli appuntamenti si terranno di Mercoledì e avranno una durata di 2h l'uno.

Orario: Mercoledì 17:00 - 19:00

DESCRIZONE:

La Body-Oriented Self and Relational Compassion (Puliatti, Rinaldi, 2020) prende forma dall’integrazione della Compassion Focused Therapy (Paul Gilbert, 2005) con elementi della Psicoterapia Sensomotoria (Pat Ogden, 2006 ) e della Body Oriented Attachment Repair (Maria Puliatti, 2020). Questo webinar offre strumenti utili applicabili nella pratica clinica (sia individuale che di gruppo), in particolar modo nel lavoro con emozioni difficili (vergogna, colpa, umiliazione…). L’intervento proposto mira a scoprire l’origine della compassione, dal suo valore per il trattamento dei Disturbi dell’Umore, PTSD, Disturbi Alimentari, Dolore Cronico e il prenderne contatto a livello somatico attraverso pratiche esperienziali ad orientamento corporeo. Incarnare la compassione è un processo delicato, ma allo stesso profondo che permette un gentile cambiamento interno, oltreché relazionale (nella relazione terapeutica). I benefici dello sviluppo di un corpo e una mente compassionevoli nella pratica clinica sono molteplici, a partire dallo sviluppo della resilienza emotiva per arrivare a una chiarezza e forza interiore fino allo sviluppo della saggezza.

Il Webinar offre la possibilità ai partecipanti di comprendere il modello della Body-Oriented Self Compassion. Il Webinar è a carattere altamente esperienziale: alle fasi di apprendimento frontale si alternano pratiche personali condotte dal trainer e momenti di role-playing (conduzione a gruppi di due/tre partecipanti).

A chi è rivolto?
È aperto a psicologi, psicoterapeuti e medici (psichiatri). Il corso permetterà ai partecipanti di integrare fin da subito le tecniche apprese all’interno della propria pratica clinica.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Cos’è la compassione?

  • Perché coltivare la compassione nella pratica clinica? In che modo la compassione può aiutare il paziente? In che modo può aiutare il terapeuta? 

  • Fisiologia della compassione

  • Benefici della compassione

  • Paura e resistenza alla compassione

  • Cambiamento motivazionale verso la saggezza e una mente compassionevole

  • Tre flussi della compassione

  • Incarnare la compassione, attraverso pratiche corporee e ad orientamento sensoriale:
    - risorse compassionevoli ad orientamento corporeo
    - risorse che permettono di coltivare un atteggiamento compassionevole, partendo dalla relazione con gli altri per arrivare all’autocompassione

  • Esempi clinici

*Prenotazione valida entro il 09/11

Se hai già frequentato un corso Psicosoma o se sei uno studente iscritto alle scuole di specializzazione, usa il codice "Compassion21"

CONCLUSO

COMPRENDERE E TRATTARE IL COMPORTAMENTO SESSUALE COMPULSIVO (CSB): Un Approccio Sensomotorio

by Jan Beauregard & Kekuni Minton

Date:

4, 5 Novembre 2021

Gli appuntamenti si terranno Giovedì e Venerdì e avranno una durata di 3h l'uno.

Orario:  17:00 - 20:00

DESCRIZONE:

Studi recenti sul trattamento di clienti che presentano Comportamenti Sessuali Compulsivi (CSB Compulsive Sexual Behavior) ha risvegliato negli operatori nel campo della salute mentale la necessità di esaminare le complesse interazioni fra compulsione sessuale e le sfide terapeutiche che presentano nel trattamento del trauma.

CSB è un disordine che impatta e altera il cervello. Il comportamento CSB è una strategia mal adattativa per la regolazione emotiva nei clienti che hanno limitate strategie di coping e limitate capacità di formare attaccamenti sani. Paralogizzare il comportamento sessuale compulsivo diventa spesso una replica dell’abuso infantile; diventa una colpa del cliente piuttosto che una ricerca disperata di mantenere le emozioni all’interno della “finestra di tolleranza” che è stata gravemente compromessa dalle esperienze traumatiche precoci. Quando CSB non è visto dal punto di vista dell’adattamento al trauma, si rischiano diagnosi errate, direzioni sbagliate nel trattamento, eccessiva medicazione, e vergogna residua.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Identificare i 10 tipi di comportamenti sessuali compulsivi, e utilizzare il criterio diagnostico ICD per verificare le caratteristiche iper-sessuali e sessualmente moleste.

  • Incorporare la ricerca in neurobiologia sul trattamento di CSB da una prospettiva informata dal trauma.

  • Insegnare ai clienti le strategie Sensomotorie per il recupero emotivo, nelle diverse fasi del percorso di recupero.

  • Caratteristiche psicofisologiche di alcune tipologie di dolore, come ad esempio: cefalea, dolore lombare, fibromialgia,
    dolore pelvico

  • Utilizzare materiale dal Carnes Task Model per aiutare il cliente affetto e i suoi congiunti/partner ad attraversare la crisi della scoperta iniziale e; rivelazione, costruzione di fiducia, guarigione relazionale e sessuale.

*Prenotazione valida entro il 03/11

Se hai già frequentato un corso Psicosoma o se sei uno studente iscritto alle scuole di specializzazione, usa il codice "CSBonline"

CONCLUSO

by Maria Puliatti

Date: 

 11, 18, 2 Novembre-Dicembre 2021

Tutti gli appuntamenti si terranno di Giovedì e avranno una durata di 3h l'uno.

Orario: Mercoledì 17:00 - 20:00

DESCRIZONE:

I comportamenti “difficili” nei bambini, quali reazioni emotive sproporzionate, spesso rivelano disturbi della regolazione emotiva. Ma capacità di calmarsi, e di produrre comportamenti efficaci, è una competenza di regolazione che i bambini apprendono nel loro contesto familiare. I bambini, infatti non nascono naturalmente con capacità di coping di regolazione emotiva, hanno bisogno dei genitori o di adulti che gli insegnino a utilizzare un modo adeguato di gestione delle emozioni. Le competenze di autoregolazione ci consentono di comprendere, monitorare e controllare il nostro comportamento e adattare il modo in cui ci comportiamo, in base a dove siamo e cosa sta accadendo. La regolazione emotiva non è solo la riduzione dell’intensità emotiva o l’attenuazione delle emozioni negative, ma lavora per favorire e implementare le emozioni positive. La regolazione può essere insegnata ai bambini attraverso il gioco, promuovendo la sicurezza e aumentando le capacità autoriflessive. Il webinar propone attività di regolazione che tengano in considerazione il livello evolutivo del bambino e sono quindi differenziate in base all’età, dai 4 ai 12. I giochi di regolazione, presentati in questo webinar, possono essere inseriti durante il percorso di psicoterapia con un bambino, in un parent training insieme ai genitori, a scuola in gruppo con altri bambini.

A chi è rivolto?
Psicologi, psicoterapeuti, educatori

*Prenotazione valida entro il 10/11

Se hai già frequentato un corso Psicosoma o se sei uno studente iscritto alle scuole di specializzazione, usa il codice "Regolazione21"

CONCLUSO

PARENT TRAINING E LAVORO CONGIUNTO | Adolescente
Dall’attaccamento alla regolazione psicofisiologica nella relazione genitori-adolescenti (11-18) anni

by Maria Puliatti

Date:

20, 24 Settembre - 4, 11, 18, 25 Ottobre - 8, 15, 29 Novembre - 13 Dicembre

Gli appuntamenti si terranno il lunedì e avranno una durata di 2h l'uno.

Orario:  09:30 - 11:30

DESCRIZONE:

L’adolescenza è un periodo complesso di transizione, non più bambini, non ancora adulti. Questa delicata fase porta con sé conflitti, comportamenti disfunzionali e/o a rischio, stress nella relazione genitori-figli, percezione fallimentare della propria genitorialità, escalation di rabbia disfunzionale. L’intervento proposto in questo parent training mira all’acquisizione di una maggiore consapevolezza della propria genitorialità, dei propri stili di attaccamento e del modo in cui influenzano i propri figli, al riconoscimento dei bisogni che si nascondono dietro i comportamenti disfunzionali per arrivare ad un lavoro di “riparazione” genitoriale nel lavoro congiunto, in cui genitori e figli possano trovare uno spazio reciproco di dialogo e autenticità, per guardarsi con occhi diversi. Il lavoro con i genitori può essere condotto sia con la coppia genitoriale, sia con piccoli gruppi di genitori.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Valutazione del livello di stress genitoriale e delle difficoltà nella genitorialità

  • Dall’attaccamento dei genitori all’attaccamento per i figli, come le tendenze caratteriali dei genitori influenzano l’adolescente

  • Come si trasformano i bisogni dell’attaccamento negli adolescenti

  • I comportamenti a rischio come bisogno di riprendere il controllo

  • Costruire la regolazione psicofisiologica nei genitori e nell’adolescente

  • Promuovere le risorse genitoriali

  • Lavorare sulla gestione delle emozioni e costruzione dei confini con calore ma fermezza

  • Lavorare per favorire una comunicazione legittimata e validante

  • Favorire la riparazione in uno spazio relazionale sicuro

*Prenotazione valida entro il 19/09

Se hai già frequentato un corso Psicosoma o se sei uno studente iscritto alle scuole di specializzazione,

usa il codice "Adolescenti2021-1" per la prima parte e il codice "Adolescenti2021-2" per la seconda parte.

CONCLUSO

by Esther Pérez

Data unica : 

 Sabato 20 Novembre

Orario: 09:00 - 13:30

DESCRIZONE:

Molti professionisti della salute mentale sanno come riconoscere la frammentazione correlata al trauma e come identificare le diverse "parti", ma spesso mancano di abilità e fiducia su come lavorare direttamente con la frammentazione e su come favorire l'integrazione del sé. Questo webinar ti fornirà molte abilità, inclusi interventi somatici per aiutarti a esplorare e navigare nei mondi interiori del tuo cliente per muoverti verso l'integrazione e lo sviluppo di un attaccamento interno sicuro durante il percorso terapeutico. Evento con crediti ecm.

Il Webinar è dedicato esclusivamente a chi ha già una formazione in psicoterapia sensomtoria di qualsiasi livello.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Identificare indicatori di diverse parti dissociative o stati del sé nel momento presente

  • Imparare a promuovere la differenziazione tra un sé osservante e le parti

  • Imparare a riconoscere e desensibilizzare le fobie legate al trauma e lavorare con le diverse parti che vi partecipano

  • Utilizzare le abilità sensomotorie per studiare l'organizzazione dell'esperienza delle parti

  • Imparare a lavorare e promuovere la collaborazione delle parti protettive che potrebbero intralciare il processo terapeutico

  • Sviluppare abilità su come identificare e lavorare con i conflitti interni tra le parti

  • Utilizzare le abilità sensomotorie per facilitare risposte difensive troncate per le parti che hanno dovuto congelarsi o sottomettersi

  • Impara come favorire lo sviluppo e il rafforzamento di un attaccamento interno sicuro

  • Identificare le interferenze con i tentativi di riparazione dell'attaccamento nella relazione terapéutica, e come fornire un senso di sicurezza ai clienti con attaccamento disorganizzato e fobia dell'attaccamento in modo che l'esperienza mancante possa essere ricevuta

*Prenotazione valida entro il 19/11